Commercialisti. Gestire la compliance dello studio

Gli studi professionali sono sempre più spesso sottoposti alla sorveglianza delle autorità competenti. Spesso i professionisti sono talmente impegnati nel risolvere i problemi dei loro clienti dal non aver tempo e voglia di curare alcuni aspetti formali di adesione a legge. Non di rado quindi l’indipendenza del professionista è minata dalla non completa conformità a legge dei propri sistemi antiriciclaggio, privacy, di sicurezza sul lavoro. In altri casi invece, lo studio si espone a non secondarie responsabilità e difficoltà nel recupero dei crediti in quanto non ha provveduto a formalizzare adeguatamente i propri mandati professionali.

 

Mettersi a posto con l’antiriciclaggio

compliance-antiriciclaggioElena trova assolutamente burocratico e inutile il fardello degli adempimenti antiriciclaggio. Eppure si rende conto che la sua inazione potrebbe portare a gravi rischi di sanzioni per lo studio.
Assieme ad Elena abbiamo stabilito una procedura antiriciclaggio ferrea, dotando lo studio di tutta la modulistica necessaria ad assolvere agli obblighi di identificazione e di adeguata verifica durante il corso del mandato. abbiamo definito le modalità di tenuta del fascicolo della clientela e del registro/archivio unico antiriciclaggio, scegliendo le soluzioni più adatte alla dimensione e alla complessità dello studio.

Modalità d'intervento

Approfondimenti

Siamo in grado di assistervi nella verifica della conformità dello studio alla normativa sull’antiriciclaggio e nella identificazione delle eventuali integrazioni necessarie, sia sul piano organizzativo che delle dotazioni necessarie per garantire il rispetto delle prescrizioni di legge, avendo cura di non compromettre l’operatività dello studio.

Per approfondimenti

  • La formazione antiriciclaggio nello studio professionale, di Giovanni Barbato, Vision Pro n. 10/2016
  • Valutazione ed evidenza del rischio antiriciclaggio di Giovanni Barbato, Vision Pro n. 06/2015
  • Formazione e conservazione del fascicolo antiriciclaggio, di Giovanni Barbato, Vision Pro n. 02/2014

 

Mettersi a posto con la privacy

compliance-privacyNadia credeva che essendo stato abolito il DPS i problemi di privacy dello studio sarebbero finalmente finiti. Quante formalità per così poca sostanza…. Poi ha sentito che un collega è stato recentemente oggetto di verifica da parte della Direzione Regionale delle Entrate. Gli intermediari telematici devono infatti essere sottoposti a periodiche verifiche anche per valutare la loro capacità organizzativa e di gestione della riservatezza dei dati personali.

Nadia ha chiamato i nostri esperti e insieme abbiamo mappato tutti gli utilizzi di dati personali all’interno dello studio verificando quelli sensibili e quelli gestiti in via informatica. Abbiamo garantito l’adesione dello studio alle misure minime previste dalla legge e in aggiunta stabilito ulteriori misure adeguate ai rischi. Ora i clienti di Nadia sono più tutelati e lei dorme sonni tranquilli.

Modalità d'intervento

Approfondimenti

Possiamo fornirvi il supporto necessario all’adeguamento dello studio agli obblighi di legge previsti dalla normativa in materia di privacy e nel monitoraggio della corretta implementazione delle misure minime di sicurezza stabilite, anche in remoto.

  • Le misure minime per la privacy, di Cesare Gallotti, Vision Pro n. 03/2014